Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2013

Pranzo di Natale con la Comunità di Sant'Egidio

Immagine
UN ALTRO PRANZO DI NATALELa Chiesa accoglie i suoi poveri


Quello di cui scriviamo oggi è un pranzo particolare, un ristorante insolito e vogliamo raccontarvelo a partire dalla parole di Lino Paoli, responsabile della Comunità di Sant'Egidio di Lucca.
Il tradizionale pranzo di Natale con i poveri, come avviene dal 2011, è tornato nelle navate di S.Pietro Somaldi, una delle più belle chiese della città, grazie ad una collaborazione tra la Comunità di Sant’Egidio, da oltre dieci anni presente anche a Lucca, e la Parrocchia del Centro Storico, che due anni fa ha accolto l’idea di Sant’Egidio di ospitare il tradizionale pranzo di Natale con i poveri all’interno di una chiesa cittadina, come del resto già avviene in molti luoghi in cui è presente la Comunità.
In realtà da tempo Sant’Egidio tiene il suo pranzo con i poveri anche a Lucca, dove l’anno passato oltre 200 persone hanno festeggiato assieme il Natale, ma il significato profondo di questo gesto, se mai ce ne fosse bisogno, si espr…

Volo socratico e Tanti Auguri - Funa, ovvero parola di un viaggiatore romantico

Immagine
FUNAFILOSOFIAA spasso fra le nuvole (e non solo) 

In evidente controtendenza, polemici ma con leggerezza, profondi ma con allegria, quando spesso sotto Natale si suggeriscono menu più o meno tradizionali e più o meno fantasiosi e acquisti più o meno dispendiosi e talvolta superflui, Loveat vi vuole invece invitare a riflettere insieme alle parole del nostro Funa, inviato funambolico e mondiale. 
Per un Natale di sobrietà, giustizia, serenità, gioia e cose essenziali. Meditiamo!
Amelia


Se ricordo bene antichi gossip di filosofia, Socrate amava passeggiare con i discepoli per discutere con loro di quante cose offerte qua e là si poteva NON aver bisogno pur rimanendo felici. Diciamo faceva un controshopping o, tradotto in italiano, verificava il rapporto fra costo, valore e bisogni reali. Io non sono Socrate (tranquilli… non sento nemmeno le voci, non vedo i ragni sulle pareti e sto in piedi su una gamba sola quindi non sono ubriaco), voi non siete miei discepoli ma….ve la volete fare con me…

#NBTW 13 dicembre, la lunga notte della cultura - parte seconda

Immagine
LUCCA INVASA / Il cibo è cultura. La nostra. Parte seconda

Si sa le città attraversate da un fiume hanno una marcia in più, perché l'elemento acqua si presta volentieri a far da spalla a innamorati al primo appuntamento, a riflessi pirotecnici di tradizionali festività e ad estati in riva al fiume su parigine spiagge. Lucca però decise di allontanare il fiume dalla città. Per fortuna vi è rimasto un fosso e se cogliere il riflesso della luna è compito più arduo che lungo il Tevere, la intima sua compagnia non la troverete altrove. Questo lungo preambolo solo per inquadrare da dove ha preso le mosse la  #NBTW (Notte Bianca su Twitter) a Lucca. Il ristorante Mecenate si affaccia infatti su via dei Fossi in pieno centro storico.  Veniamo all'invasione. Appena varcata la soglia ci siamo diretti al piano superiore. Dove? Nelle cucine. Potevamo forse recarci altrove? Una volta entrati siamo stati catapultati come dentro un tabellone di Twister. Perdonate il roboante e cacofonico gioco…

#NBTW 13 dicembre, la lunga notte della cultura

Immagine
LUCCA INVASA / Il cibo è cultura. La nostra.

Al grido, educato e garbato (perché così sono, siamo noi invasori digitali) di "La cultura non dorme mai" si è svolta venerdì 13 la Notte Bianca su Twitter. Decine e decine di persone in tutta Italia si sono date appuntamento sul web, in particolare su Twitter, per raccontare le bellezze del patrimonio culturale italiano. 
L'idea è geniale e noi di Loveat-Italy non saltiamo una data: in estrema sintesi, ciascuno racconta per immagini e frammenti le proprie idee di letteratura, cibo, arte, musica, insomma quella fetta di cultura che gli è maggiormente vicina, che sente sulla pelle, che non vede l'ora di regalare ai tanti occhi della rete e che soprattutto caratterizza il territorio in cui vive.
Questa estate abbiamo invaso un ristorante trentino, in piena attività. Stavolta invece giocavamo in casa ed è toccato a due locali lucchesi, il Ristorante Mecenate (di cui presto vederete pubblicate le fotografie) e I Diavoletti, entram…

E ora parliamone. WineShot e le idee sul vino.

Immagine
LUCCA SI MUOVE / Al mondo di serio c'è solo la passione

WineShot è stato proiettato.
Eravate in tanti lo scorso sabato e vi ringraziamo uno ad uno poiché ciascuno di voi ha riflettuto, osservato ed ascoltato e lo ha fatto a modo suo.
Vi abbiamo raccontato da dove è venuta questa idea, da una calda giornata d'estate in vigna.
E' questo il momento invece di riflessioni sul perché WineShot.
Non vogliamo scivolare in banalità e derive melense, osannando a tutti i costi vini e territori, anche se nostri. Non intendiamo dare lustro o difendere ad oltranza ciò che conosciamo e che beviamo quotidianamente.

Il desiderio forte, che ci ha colpiti tanto da farci imbarcare in questa impresa, in ore ed ore di lavoro, è la voglia che abbiamo palpato parlando, viso a viso e occhi negli occhi, con chi il vino lo produce. 
La voglia di raccontare, raccontarsi e tirar fuori le proprie  idee sul vino, da condividere, masticare, bere, ingoiare e poi buttare nuovamente fuori. E metterle sul tavolo e d…