Post

Visualizzazione dei post da 2015

Auguri da viaggiatore a viaggiatori

Immagine
FUNA IL VIAGGIATORE ROMANTICONo selfies, no foodies, solo memories...
Tutti viaggiamo: nella nostra vita. Chi a piedi, chi in treno, aereo, Limousine, qualcuno si fa dare un passaggio. Lunghi pezzi diritti che si dimenticano, saliscendi che sembrano non aver fine, agli incroci si guarda cosa fanno gli altri. Quasi mai cosa facciamo noi. Ma spesso incrociamo proprio noi stessi, stessi momenti di altri momenti, qualcosa che si ripete ma con qualcosa di cambiato: la luce, i tempi, l’affanno, l’attenzione, i capelli, eppure noi ci siamo. Ti ricordi? A forza di guardare cosa fanno gli altri si sottostima il grande film che stiamo girando di sicuro da protagonisti. Ora più che mai, rapiti e rimbambiti da schermi che ci schermano. Cosa di più nostro dei ricordi? Un propellente più che semplice nostalgia. L’unica paura che ho è di smettere di viaggiare, qualsiasi viaggio. E l’unica cosa che può trattenerti dal viaggiare è la paura. E ora c’è Parigi. Che fare? Beh, facciamo un giretto proprio lì,…

Inguaribilmente Scots - Parte II

Immagine
LOVEAT SCOTLANDPerché la passione per la Scozia è contagiosa

All'uscita dalla distilleria di Bruichladdich, dove ci avevate lasciati al termine della prima parte del racconto e dove, come ricorderete da bravi lettori attenti, avevamo assaggiato numerosi whisky, c'è bisogno di una pausa tattica e di mettere qualcosa nello stomaco. 
Una piccolissima locanda, il cui interno moderno ricorda più la scena iniziale di Pulp Fiction che la Scozia, ci viene in aiuto con una zuppetta di pesce (vario, misto, non chiedetevi mai quale perché non sapranno dirvelo...) del giorno.

A questo punto come non aggiungere del goats cheese fuso con frutti di bosco e cipolle caramellate? Ecco fatto il pranzo.

Pomeriggio di svago "animale", camminando alla ricerca di Mull of Oa per le foche che lì spesso stazionano (ne abbiamo avvistate un paio in lontananza, ma il loro richiamo era forte e nitido) e dell'American Monument, gigantesco obelisco monumento ai caduti USA in un prato scosceso sul…

Inguaribilmente Scots - Parte I

Immagine
LOVEAT SCOTLANDScozia, arrivo!
"Of all the small nations of this earth, perhaps only the ancient Greeks surpass the Scots in their contribution to mankind". Così Sir Winston Churchill, ringraziando gli scozzesi per il contributo grande dato all'umanità, secondo solo a quello degli antichi greci. E si riferiva al Whisky, indubbiamente.
Questo racconto si svolge quasi tutto nel bicchiere (con qualche cenno a piatti tazze e tazzine soste e mangiate), è un viaggio, il mio sesto viaggio in terra di Scozia, una terra che considero, per ragioni puramente affettive irrazionali e quindi ahimé inspiegabili, la mia seconda casa. Un posto dove mi sento a mio agio e che capisco. Un po' come quando ci si innamora di qualcuno e non si sa il motivo (anche se, in realtà, di motivi per amare la Scozia ce ne sono a dozzine!), questione di chimica, si direbbe.

Sarà forse perché tutto parte da qui, perché il centro di Edinburgh è tanto bello, con questi palazzi che si addossano epoca su epo…