Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2015

Trieste. O del luogo in cui si deve tornare (e non solo per mangiare)

Immagine
LOVEAT A SPASSOAl confine



"Trieste. O del nessun luogo".
Parecchi anni fa, per studio, mi imbattei in questo libro di Jan Morris dedicato alla città di Trieste. Lo divorai avidamente, terminandolo proprio mentre per la prima volta, presa dal desiderio di visitarla, vi giungevo in treno. Era un tiepido inizio d'estate del 2001 (ma poteva essere anche il 2002, forse, poco importa) e la città mi si parò dinnanzi nella sua stranezza, direi, impressionandomi assai.
Per una napoletana trapiantata come me, le città di mare hanno un fascino grandioso. Le rive, la passeggiata a mare, la piazza che si affaccia imponente sul mare... tutto aveva un'aria familiare. Ma, a differenza di Napoli o di altre città marine, Trieste da subito è stata altro. Un senso di indescrivibile languore, una sorta di malinconia mi invase, in quel lontano giugno. La sensazione di lontananza dal resto dell'Italia mi colpì, l'apparente nostalgia triestina dell'epoca imperiale anche. Più di…

Territorio da Bere: Calafata rulez! 23 aprile, Vigna Ilaria

Immagine
LOVEAT VI SEGNALAPuntata terza Alla Coop. Agricola sociale Calafata si fa vino. E si fa vino buono e buon vino. Buon vino perché viene dalle vigne che da decenni producono uno dei vini più amati dai lucchesi (quello della Majulina) e lo produzione avviene in agricoltura biodinamica. Vino buono perché dietro le bottiglie di Calafata ci sta un progetto sociale studiato e che sta avendo successo. La cooperativa, infatti, promuove il recupero di soggetti ai margini della società, che altrimenti troverebbero difficoltà a reimpiegarsi. La terza puntata di Territorio da bere, progetto sul web e a tavola sui vini lucchesi, vedrà giovedì 23 aprile protagoniste le bottiglie che vedete qui sotto, abbinate, come sempre, alle preparazioni dello chef Maurizio Marsili: Levato di Gronda, Levato di Redola, Levato di Majulina.
Parteciperanno Mauro Montanaro e Maik Tintori, tra i soci fondatori della cooperativa, che tuttora lavorano sia nei campi e tra i filari che nel backstage dell'azienda perché …

Gaia è la gallina

Immagine
LOVEAT A SPASSOL'aia armonica

È difficile sapere quando una gallina è felice, ma non è poi così complicato renderle la vita un po’ più gaia. Se, per un attimo, penso a loro mi vengono in mente due fatti.
Il primo è un ricordo, un vecchio ricordo dell’Armenia ancora sovietica, del viaggio in pullman fino ad un monastero, costruito sulla riva brulla di un fiume. Un fiume d’Asia, largo, senza argini, con una corrente rapida, color ferro. In attesa dell’inizio della funzione, tra i presenti c’era anche un bambino di circa dieci anni che stringeva al petto una gallina bianca. La stringeva con gelosa tenerezza, poco prima che fosse sacrificata per chiedere aiuto a Dio, come si faceva fin dai tempi di Mosè. La seconda cosa è il numero di giorni di vita, concessi a un pollo americano in attesa di finire sui piatti di una catena di ristoranti: trentacinque, né uno di più né uno di meno.
C’è una bella differenza tra la gallina allevata in casa e poi immolata per rendere grazie a Dio e il mese…

ECCOPINO' 2015: il 13 aprile Lucca è di Pinot Nero!

Immagine
LOVEAT CONSIGLIAIl Pinot dell'Appennino



Senza sapere l'uno dell'altro, alcuni vignaioli delle valli appenniniche di Mugello, Lunigiana, Casentino e Garfagnana, alcuni anni fa, considerando le condizioni climatiche e il territorio in cui si trovavano, hanno deciso di piantare vigneti e produrre Pinot Nero. Quando poi si sono incontrati, è nata l'Associazione Vignaioli dell'Appennino Toscano, che ormai da alcuni anni organizza la rassegna Eccopinò per presentare congiuntamente le nuove annate. Eccopinò 2015 si svolge quest'anno a Lucca, lunedì 13 aprile nel complesso di San Micheletto con l'annata 2012 di Pinot Nero delle aziende Casteldelpiano (Lunigiana), Podere Còncori e Macea (Garfagnana),I l Rio, Terre di Giotto, Fattoria Il Lago, Voltumna (Mugello), Podere della Civettaja (Casentino). Nel corso della mattina si terrà la degustazione su invito per stampa e addetti del settore, mentre dalle 15,00 alle 20,00 apertura al pubblico (biglietto ingresso € 10). Sa…